Servizi alla comunità

Quali Sacerdotesse e Sacerdoti crediamo profondamente nel nostro essere a servizio della comunità, sia attraverso i percorsi formativi offerti nei nostri Gruppi di Studio e sia celebrando e  ritualizzando i momenti importanti della vita: come la nascita o l’ingresso di un bimbo/a nella propria vita, l’unione con una persona amata, piuttosto che non la morte di un proprio caro.

La nascita (Wiccaning/Seining)

Per dare il benvenuto, per benedire il/la nuovo/a nato/a o l’ingresso di un bimbo/a nella propria vita: un rito affinché possa trovare in sé la curiosità di esplorare il mondo e di trovare la propria strada, qualunque essa sia. Una presentazione del bimbo/a agli Dèi, con la preghiera che possano donare gioia, serenità e forza negli inevitabili momenti di difficoltà della vita. Il rito non ha nulla a che fare con un ‘battesimo’ quale ingresso in una religione; crescerà, vedrà ed eventualmente, sceglierà: che possa trovare la Via migliore per il suo proprio cammino!

Questo, pensiamo, sia uno dei migliori auguri. Un dono di apertura al mondo nello sbocciare della vita.

L’unione con la persona amata (Handfasting)

Nella Wicca, l’amore è una delle vette dei suoi Misteri. In uno dei passaggi più suggestivi de ‘L’incarico della Dèa’, Ella dice che “tutti gli atti d’amore e piacere sono rituali a me consacrati”; nessun rito potrà mai aggiungere o togliere sacralità allo splendore di questo ‘entusiasmo del cosmo intero’. Quel che possiamo noi è celebrare tale meraviglia, porla d’innanzi agli Dèi quale promessa di un impegno reciproco, di una alleanza di anime, spiriti e intenti.

Sarete voi a decidere se dare un tempo a questo impegno (rinnovandolo eventualmente di volta in volta), o legandolo alla vita intera, o oltre… perché ‘noi ci rincontreremo, ci riconosceremo e ci ameremo ancora’.

La morte di un proprio caro (Requiem)

E’ inevitabile. E’ doloroso. Eppure, nella visione di ciclicità che ci appartiene e che guida le nostre celebrazioni lungo l’anno, là dove c’è morte, c’è auspicio e promessa di rinascita.  Così come dicevamo per la celebrazione di una unione,‘noi ci rincontreremo, ci riconosceremo e ci ameremo ancora’. La nostra religione dà alla morte pari importanza rispetto all’amore, non è un caso: sono i Misteri più alti.

Un rituale di commiato e di promessa nel rincontrarsi, che suggerisca all’anima trapassata una Via sicura nel suo percorso di discesa: possa essere guidata dalla mano delle Dee e degli Dei che a questo presiedono.


Qualora desideriate che questi momenti siano ‘celebrati’ oppure supportati dalla guida di una Grande Sacerdotessa e/o da un Grande Sacerdote potete contattarci usando i riferimenti di questa pagina. Il riti possono essere in parte concordati e ci saranno spazi dedicati ad incontrare le  giuste sensibilità di ognuno.

Vi preghiamo di considerare fin da subito che il nostro servizio si riferisce ai soli aspetti rituali (ad esempio, pur potendo dare suggerimenti al riguardo, location, allestimenti, buffet etc. non rientrano nelle nostre attività) e che, inoltre, non essendo noi parte di un ‘clero’ sovvenzionato da chiese, da contributi statali o dall’ 8 per mille, per potere garantire a tutti questi servizi non possiamo prescindere da un rimborso delle spese sostenute (viaggio, alloggio, ecc) e da un contributo che sarà comunque utilizzato ai soli fini di autofinanziamento delle attività di F.d.R.

loveknot2